Compila il form o scrivici a info@you-net.eu

* indicates required field

VIENICI A TROVARE


Visualizzazione ingrandita della mappa

Sede operativa

Via dello scalo 21/3 Bologna

Sede legale

Via De' Carracci 69/6,
40129 Bologna
Tel. +39 333 68 46 684
CONTATTI

Sarah racconta il suo Training Course contro ogni odio!

sarahtttYouth against extremism and xenophobia: questo è il titolo del mio primo training course! Ora posso dire con certezza il primo, ma certamente non l’unico! Sono partita con la tranquillità di poter contare su un’ottima assistenza da parte di YouNet, ma al contempo con qualche interrogativo, dubbio e paura! Ero un po’ scettica circa la validità dell’educazione non formale, nel trattare argomenti complessi ed impegnativi come l’estremismo e la xenofobia in così breve tempo. La cosa che temevo di più però, era quella di non essere in grado di comunicare efficacemente con i partecipanti degli altri paesi europei e di non riuscire a dare il mio contributo a questo progetto! Paure riconducibili alla conoscenza basilare, per non definirla lacunosa, del mio inglese! Ma sono comunque partita! Curiosa e ben disposta! A mente aperta! Non c’era posto in valigia per pregiudizi e stereotipi! Come non c’è spazio per pregiudizi e stereotipi quando si combattono fenomeni di estremismo e xenofobia! Le difficoltà linguistiche concretamente ci sono state, ma è stato sorprendentemente piacevole vedere come questo non abbia rappresentato un limite alla conoscenza: tanti dei partecipanti, pur consapevoli della mia scarsa padronanza della lingua, si sono avvicinati più e più volte, curiosi di conoscere le mie origini, la mia storia, le mie aspirazioni! Me! E quando proprio non ci si riusciva a capire, c’era un abbraccio, una mano sulla spalla, un sorriso, che comunicavano la vicinanza, nonostante le barriere linguistiche! Credo sia stato proprio questo spirito di apertura e di curiosità nel conoscere l’altro, le motivazioni che hanno determinato l’instaurarsi di un’ immediata complicità tra i vari partecipanti!

sarahtt

L’educazione non formale poi, credo abbia attribuito un valore aggiunto all’esperienza: un metodo coinvolgente, realizzato attraverso lavori di gruppo, brainstorming, giochi di simulazione, di ruolo, in cui sei tu stesso ad avere un ruolo attivo nel processo formativo!
Il momento più bello per me è stato quello della serata interculturale, in cui ogni gruppo, Spagna, Grecia, Olanda, Belgio, Austria e Italia, presentava agli altri il proprio paese, delizie culinarie comprese!

 

saraht

Concludo con un

Doesn’t matter if you are from The North or The South,
leave your airport and move the mouth,
taking part in this project for the youth,
against the “untruth”,
down extremism and xenophobia!!

By Sarah Tassoni